lunedì 10 dicembre 2018

I 12 Oli Essenziali indispensabili: MANDRAVASAROTRA O SARO


MANDRAVASAROTRA O SARO - Cinnamosma Fragrans
parte distillata: foglia


UN ACCENNO DI BOTANICA
Mandravasarotra (o Saro abbreviato) , chiamata anche fanalamangidy appartiene alla famiglia delle canellacee. Fornisce un olio essenziale originale e unico il cui impiego ricorda ed equivale a quello della famosa e sempre eccellente Ravintsara, ma intorno alla quale vi è una malsana speculazione commerciale. La Mandravasarotra , che in malgascio significa, “che protegge dagli spiriti maligni”, si trova unicamente nella foresta di Ampondrabe , dalla straordinaria bio diversità grazie alla foresta umida dell’Est, localizzata su un massiccio montagnoso e una foresta fitta e secca nelle valli alle basse altitudini. E ‘ importante richiamare all’attenzione l’arcaismo di questa specie che si trova in Africa solo allo stato fossile.

MOLECOLE AROMATICHE
La molecola della famiglia degli ossidi , l’1,8- cineolo al 40% è maggiormente presente, ma l’interesse dell’olio essenziale è dovuto alla presenza in contemporanea di un pool di alcoli terpenici : linalolo (7%), alfa-terpineolo (5%), terpinene -1,4 ol (6%).
Questa sinergia molecolare sancisce la specificità terapeutica di questo olio essenziale che possiede anche qualche terpene: pinene (7%), sabinene (8%), mircene (3%), limonene (5%). In breve, uno spettro biochimico molto originale.

PARTICOLARI PRECAUZIONI
L’olio essenziale di Mandravasarotra , detto “Saro” non presenta tossicità. Non vi è alcuna riserva per un impiego generalizzato per tutti gli utilizzatori, grandi e piccoli. Un valore sicuro dell’aromaterapia del futuro.

PRINCIPALI PROPRIETA' TERAPEUTICHE
L’accoppiata molecolare ossido-terpenico e alcol-terpenico favorisce la sua splendida azione antivirale, anticatarrale ed espettorante. È inoltre dotato di azione antibatterica e antimicotica. Ad un livello più sottile, esplica una azione neurotonica , ovvero una azione di riequilibrio nervoso. Da un punto di vista cosmetico, possiamo beneficiare della sua azione astringente a livello cutaneo associato alla sua fragranza rotonda e gradevole per un olio essenziale al cineolo.

PRINCIPALI INDICAZIONI TERAPEUTICHE
Tutte le infezioni virali e batteriche delle vie respiratorie: influenza, raffreddore, sinusite, otite, bronchite angina ++++
Infezioni urinarie: cistite, uretrite +++
Infezioni ginecologiche: leucorrea, vaginite +++
Infezioni della bocca e dei denti: gengivite, afta, ascesso +++
Infezioni dermatologiche: piaghe, micosi, acari +++
Astenie profonde, astenie nervose +++
Smagliature, cicatrici, rughe, piaghe da decubito +++

Un segreto da esperto
Da due a tre gocce di Mandravasarotra sul plesso solare prima di andare a dormire combattono molto efficacemente lo spossamento nervoso





Nessun commento:

Posta un commento